sabato 3 ottobre 2009

Torta morbida di pesche e mandorle


Oggi è stato giorno di grandi pulizie. Ho deciso di riordinare tutte le mie riviste di cucina e già che c'ero ho dato una sbirciatina qua e là...
E' saltato fuori un vecchio numero di "Cucina Mod
erna" che proponeva una ricetta alquanto sfiziosa.
Una torta morbida di pesche e mandorle. Avevo anche la scusa per prepararla visto che veniva a cena il mio migliore amico...va beh diciamolo...il mio secondo fidanzato!

Il procedimento è semplice e il risultato è ottimo!
La marmellata che "sbuca all'improvviso" è una piacevole sorpresa e il profumo è come dire...inebriante!

Ma, c'è un ma...la cottura.

Allora la ricetta direbbe 55 minuti a me ne sono voluti decisamente di più, perché essendo una torta molto alta ci impiega parecchio a cuocere nel mezzo.
Quindi o utilizzate in una tortiera più larga (io direi un 26 cm. di diametro) o vi arrendete ad alzarvi ogni 10 minuti per controllare l'avanzamento della cottura.

Oltretutto ricordavo di aver letto questa ricetta anche su un altro blog; così sono andata a ricercarla e ho scoperto che anche Arietta ha avuto lo stesso identico problema con la cottura.


Ingredienti:


250 gr di farina autolievitante
250 gr di ricotta morbida
140 gr di burro
4 uova
200 gr di zucchero semolato
200 gr di mandorle in polvere
4 cucchiai di confettura di pesche
2/3 cucchiaini di zucchero di canna
3 pesche noci (di piccole dimensioni, altrimenti 2)
20 gr di mandorle a lamelle
sale

Procedimento

15-20 minuti prima di iniziare a preparare l'impasto, ammollate le mandorle a lamelle in una ciotola di acqua: in questo modo non bruceranno, rischiando di diventare scure e amare.
Fate fondere il burro in una casseruola su fiamma bassissima e lasciatelo intiepidire. Riunitelo in una ciotola con la ricotta, le uova, lo zucchero semolato e un pizzico di sale e mescolate con le fruste elettriche finchè l'impasto sarà omogeneo. Incorporate quindi le mandorle in polvere e la farina setacciata.
Incastrate un foglio di carta da forno nel fondo di uno stampo a cerniera del diametro di 22 cm (meglio utilizzarne uno più grande, da 24-26), quindi imburrate e infarinate i bordi. Versate metà dell'impasto nella teglia, livellatelo e stendete delicatamente la confettura solo al centro, aiutandovi con il dorso di un cucchiaio. A questo punto versatevi sopra la restante metà dell'impasto.
Lavate le pesche e asciugatele, tagliatele a metà, snocciolatele e riducete ogni pezzo in 4 spicchi. Disponeteli sull'impasto, affossandoli leggermente, in modo da ottenere un primo cerchio esterno e poi riempiendo lo spazio vuoto centrale.
Sgocciolate bene le mandorle a lamelle e cospargetevi la superficie della torta, spolverizzando infine con lo zucchero di canna.
Cuocete la torta nel forno caldo a 200° per 55 minuti. Verificate la cottura inserendo al centro uno stecchino di legno, che dovrà uscirne asciutto, poi lasciate riposare la torta per 5 minuti, sformatela su una gratella da pasticceria e lasciatela raffreddare completamente prima di servire.

Nota: questa ricetta si può anche fare con albicocche o prugne. In questo caso utilizzare per la farcitura la confettura del frutto scelto.

5 commenti:

ღღ Š î $↕ Ŧ ۞ ღღ ha detto...

come faccio a mettermi a dieta se ci sono questi dolci così appetitosi
Grazie per essere passata a trovarmi.
Spero di riprendere al più presto gli incontri
un abbraccio buon week dal vs Sisifo

AndreA ha detto...

Deliziosamente deliziosa!! :)

Mr.Henri ha detto...

Fantasticaaaaaaaa, non ci riuscirò mai, il prossimo fine settimana la provo :)

saluti, mr.henri

sweetcook ha detto...

Avrai fatto un figurone con il tuo secondo fidanzato ^_^ Buon lunedi e ottima la tua torta di pane, con le noci deve essere goduriosa:)

Anonimo ha detto...

Perche non:)

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin