venerdì 12 febbraio 2010

Sono tornata


A dire il vero sono tornata da qualche giorno, ma avevo bisogno di metabolizzare il rientro.
Erano mesi che non tornavo a Torino. Quando passa così tanto tempo tutte le emozioni sono esasperate.
Ho riunito e riabbracciato un pezzetto del mio cuore.
Gli altri pezzi sono ancora sparsi e continuano ad essere così.
Gli occhi sorridenti dei mamma e nonna mi hanno lasciato un sapore strano, talmente dolce da essere triste.
Sono sempre triste quando parto.
Anzi no. Sono triste un attimo prima di partire.
Una volta salita sul mio treno, tutto si congela. Non c'è più tristezza, solo freddo. E' come un torrente che aspetta la primavera per ricominciare a scorrere.
Salgo sul treno, torno alla mia vita e lascio Torino nel pezzetto di cuore congelato.
Ricordo quelle parole come se mi fossero appena state dette: "casa è dove c'è il cuore".
Peccato che il mio sia talmente sparso, da farmi sentire un cane randagio.

Foto: Piazza Carlo Felice sotto la neve (Torino)

6 commenti:

Mr.Henri ha detto...

Che sensazione strana...mi sembra di leggere una lettera che ho ricevuto tanto tempo fa, le stesse sensazioni, allora capii che mi stavo perdendo qualcosa di quella persona, cosa provava vivendo lontano dagli affetti.
Poi ho capito che non era possibile congelare i nostri cuori fino al prossimo incontro che era sempre più rado, prima una settimana, poi due, poi mesi.

Roxy ha detto...

Sono passata solo per un saluto, ma essendo mancata per un pò mi sono andata a leggere i tuoi post precedenti che mi ero persa!
Eh si, i vecchi sono una fonte inesauribile di saggezza...e la tua nonna dev'essere proprio speciale!
Ma quanto mi hai fatta morire dal ridere con la descrizione della tua lezione di ballo???? Consolati....non sei la sola ad essere una palo di scopa.....sei in nutrita compagnia!
Baci cara e buon we

Alessandra ha detto...

tremendo vivere così lontani ...non so se ci riuscirei.
Sei speciale tu!

un bacio
Ale

io ha detto...

bentornata... io dico sempre che casa è dove sei, ma possiamo discuterne... un abbraccio di buon ritorno

mutti ha detto...

Amore di mutti, tu non sarai mai un cane randagio perchè comunque ed ovunque tu sarai la porta di casa mia e del mio cuore son SEMPRE aperte per te e tupotrai entrarci quando vorrai e troverai sempre un camino acceso per scaldare te e soprattutto il tuo cuore!!!!

evita*°** ha detto...

Gioia mia, avrei voluto incontrarti qua a torino!
Comunque ti capisco benissimo, il tuo rapporto Torino-Roma è come il mio Milano-Torino (solo che magari a Roma non parlano male di Torino e dei Torinesi tutti i giorni!)!
Che fare? Io torno a casa tutte le volte che posso. Ho il cuore spaccato in due.
Ma tu perché non abiti più a Torino? Per lavoro?

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin