domenica 10 gennaio 2010

Di mattine sognanti e di sogni mattinieri

E' domenica.
L'ennesima domenica di queste vacanze, fortunatamente concluse. In questo periodo dell'anno è troppo spesso domenica, ed io non ne posso più.
Come si abbassano le pretese in certi momenti della vita.
Fino a poco tempo fa, avrei dato oro per tutto questo tempo libero, ora non vedo l'ora di tornare in ufficio.

Questa domenica però è diversa dalle altre. E' quasi assurdamente piacevole.
La mattina per lo meno lo è stata.
Un mattina di sogni.
Sogni ad occhi aperti, ad occhi chiusi. Sogni da sveglia, da addormentata. Sogni onirici, reali, tangibili, impossibili.
Ho sognato perfino con la voce, che era diversa... quasi dolce.
Ho sognato di passeggiate per vie sconosciute, aggrappata ad un braccio, nel freddo inverno del nord.
Ho sognato di mani, di abbracci, di occhi.
Ho sognato di giochi e di cene. Ho sognato di case, di cose.

Non ricordavo nemmeno più che effetto facesse.
E' disarmante rendersi conto di cominciare a fare certe cose. E' disarmante perché tutto ad un tratto, ti rendi conto di non avere più alcuna barriera. I tuoi muri sono stati abbattuti e ti ritrovi disarmata.

E' poi così tanto spaventoso? E' così tremendo, per una volta, essere completamente libera? Prendersi il lusso di essere veramente se stessi? E' così brutto mettere il proprio cuore in mano a qualcuno? Forse no...

Foto:Lungolago di Anguillara

2 commenti:

io ha detto...

metti il tuo cuore nelle mani di ci vuoi , o meglio di chi senti vicino, ma non farlo fuggire con il tuo cuore...

PS meno male che le ferie son finite dici????' ei guarda che c'e' chi le ferie non le fa maiiii GRRRR :-)

Odeline ha detto...

Parole sante...parole sante!

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin